Don’t look back in anger…ovvero…ma perché nessuno ha mai usato questa canzone come colonna sonora?

Sì, perché gli Oasis sono COSI’ anni ’90 che è un peccato non usarla. Se Paul McCartney, Mr.Beatles, ha detto che “Ci troviamo davanti ad una delle melodie più belle di tutti i tempi”, perché non usarla?! Ci si potrebbe scrivere un corto meraviglioso solo utilizzando le parole del testo!

Correva l’anno 1996: Prodi vinceva le elezioni con l’Ulivo, Bill Clinton veniva rieletto Presidente degli Stati Uniti e Fidel andava a trovare il Papa in Vaticano. Era l’anno delle Olimpiadi di Atlanta. I Pink Floyd entravano nella Hall of Fame, mentre i Take That si scioglievano definitivamente dopo l’abbandono di Robbie Williams dell’anno prima. Un incendio distruggeva il teatro La Fenice di Venezia e Giovanni Brusca veniva arrestato per la strage di Capaci.

In questo sabato sera così invernale (definirlo autunnale sarebbe un complimento!), divisa tra il mal di testa e la nausea, penso alle parole di Noel e penso che non vale la pena pensare al passato con rabbia…è la vita a essere un po’ stronza alle volte, ma non è neanche colpa sua…la disegnano così.

E allora ripensiamo a quel lontano 1996, l’anno del mio primo bacio.

Grande anno per il cinema a dirla tutta. Pensate che sono usciti nelle sale: TrainspottingRomeo+Giuletta, Fargo, Io ballo da sola, Sleepers, Il ciclone, Strade perdute, Jerry Maguire, Jack Frusciante è uscito dal gruppo, Hamlet, Scream, La stanza di Marvin, Indipendence Day e sicuramente un’altra marea di film che però non sono stati belli come questi almeno per me.

All’epoca nel mio paese non c’era neanche una sala cinematografica e per andare al cinema bisognava organizzarsi con i pullman o le auto dei genitori e ricordo chiaramente che Romeo+Giulietta e La stanza di Marvin li ho visti al cinema di domenica pomeriggio, quando Leonardo Di Caprio era ancora un “almost famous” prima di quella palla di Titanic, visto l’anno dopo sempre allo stesso cinema.

romeo+giulietta

Jack Frusciante è uscito dal gruppo invece mi ha fatto amare Bologna…e Stefano Accorsi che era ancora il ragazzo del Maxibon! Quanto avrei voluto viverci a Bologna a 16 anni! Ci sono stata, ho trascorso lì due anni, ma non è stata come l’avevo immaginata…forse ero troppo grande o forse frequentavo come al solito le persone sbagliate, ma 3 cose Bologna la rossa mi ha lasciato e per le quali le sarà sempre grata: un concerto in una calda serata d’estate (Mike Patton e Mondo Cane), le giornate trascorse in Cineteca e un’amica che è bello avere al mio fianco!

locandina

Sleepers è il mio guilty pleasure…non piace a nessuno, ma io lo trovo straordinario! A causa sua ho perso un intero pomeriggio d’estate del 2000 in una libreria romana alla ricerca del libro da cui è tratto…non è mai stato tradotto in italiano e all’epoca ero troppo scema per sbattermi a leggere in inglese…quanto sono stupidi i giovani! L’amicizia, la vendetta e tutti quei sentimenti che troppo spesso ci portiamo dentro e di cui non parliamo…per paura di un rifiuto, per paura della verità, per paura e basta…

sleepers

Possiamo solo tenercelo dentro, parlarne la renderebbe più dura, tanto vale non parlarne più. La verità ci resta dentro.

E potrei continuare a rompervi le scatole ancora per molto sul 1996 e i suoi mille tesori, ma è notte e c’è un corto che ha bisogno di essere scritto…Don’t look back in anger, people! Peace & Love

Annunci

2 risposte a “Don’t look back in anger…ovvero…ma perché nessuno ha mai usato questa canzone come colonna sonora?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...