It will help you some sunny day…ovvero…Lettera a un bambino appena nato: il (mio) senso della vita in 10 citazioni

Dedicato ai miei nipoti
quelli di sangue e quelli per scelta…
a quelli già grandi, a quelli appena nati e a quelli che si fanno ancora attendere…

Dedicato ai loro papà e alle loro mamma…
Dedicato alle famiglie…a tutti i tipi di famiglia…

Caro piccolo cucciolo d’uomo,

non sono la persona più adatta a dare consigli…Chiedilo alla tua mamma e al tuo papà, potranno confermartelo, ma se dovessero raccontarti di Falanghine, baci rubati, bevute e feste fino all’alba, digli pure che sono leggende metropolitane!

Eppure eccomi qui a scriverti e non perché io sia brava con le parole, ma perché se ti avessi davanti non riuscire a spiccicare parola o almeno non una che possa avere un senso logico, perché non sono poi la cinica che vorrei essere quando mi ritrovo davanti quegli occhioni innocenti e quelle manine che ti stringono come se tu fossi l’unica cosa che possa tenerli stretti al mondo!

Tutto quello che so l’ho imparato dal cinema…ho conosciuto la tua mamma e il tuo papà grazie al cinema, quindi non è poi strano! E allora ti chiedo solo un po’ di tempo…per insegnarti alcune cose che potranno aiutarti in una giornata di sole o anche e soprattutto in una giornata di pioggia.

Non ti sottovalutare mai e lotta per essere la persona che vuoi essere, perché “una è più autentica, quanto più somiglia all’idea che ha sognato di se stessa.” (Agrado, Tutto su mia madre)). “Puoi fare tutto, basta volerlo” (Gordie, Stand by me). Non posso assicurarti che sarà facile. Ci saranno dei momenti in cui avrai voglia di mollare e allora ti alzerai in piedi e urlerai a squarciagola “SI PUO’ FARE!” (Frederick, Frankestein Junior). E continuerai ad andare avanti, “andrai ai materassi” (Don Corleone, Il Padrino) e lotterai, perché è questo che fanno i piccoli cuccioli d’uomo come te…non smettono mai di lottare.

Sii buono con mamma e papà e quando li vedrai tristi, fai come hai fatto con me…vai loro vicino, mettigli una mano sulla spalla e sussurra al loro orecchio “Stai bene? Non essere triste…” Te ne saranno grati…e se dovessero commuoversi, beh, fai finta che sia solo un po’ di raffreddore…

Cerca l’amore, la bellezza, la gentilezza…oh, ti sembrerà che non ci siano, ma fidati, ci sono…basta cercare! ”Se le cose fossero facili da trovare, non varrebbe la pena trovarle” (Thomas Schell, Molto forte,incredibilmente vicino). Non avere paura di sbagliare, ma soprattutto abbi il coraggio di chiedere scusa e di perdonare, perché “se io posso cambiare, e voi potete cambiare… tutto il mondo può cambiare!” (Rocky, Rocky IV).

Credi nell’amore, perché ti salverà…il vero amore…ama ciò che fai, ciò che sei, ama intensamente e sappi che “il vero amore non muore mai” (Dracula, Bram Stoker’s Dracula). A volte si prende solo delle pause e quando ci rivedremo e tu mi chiederai “Mi riconosci?” io riuscirò solo ad annuire e ti sembrerà strano “Dopo tutto questo tempo? – Sempre” (Silente-Piton, Harry Potter e i Doni della Morte II).

Arriverà anche il tempo che tu faccia le tue scelte, che tu percorra il tuo sentiero di mattoni gialli. Ricorda che nessuno ha genitori come tuoi, tieniteli stretti, ma ricorda anche che “c’è un vecchio proverbio che dice che non puoi scegliere la tua famiglia, è il destino che decide per te e anche se non ti piace, se non la ami o se non la capisci tu ti arrangi. Poi c’è la scuola di pensiero che dice che la famiglia in cui si nasce è semplicemente un punto di partenza. La famiglia ti nutre, ti veste, si prende cura di te finché non sei pronto ad andare in giro per il mondo a cercare qualcosa di tuo.” (Meredith, Grey’s Anatomy) E spero che quel qualcosa di tuo sia davvero eccezionale!

E quando sarai un adulto, non dimenticare che le domande dipendono dalle risposte che tu vorrai dare loro e qualsiasi cosa ti passi per la testa “don’t dream it, be it!” (Frank’n’Furter, Rocky Horror Picture Show)

Ah, un’ultima cosa: non vedo l’ora che tu venga da me una calda giornata d’estate con il pannolino troppo grande che ti fa correre sculettando, la canottiera bianca sporca di anguria e i piedi scalzi e mi chieda “Zia, ma papà che lavoro fa?!” e allora io avrò una sola risposta “Papà apre tutto e smarmella!”

kcat

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...