Heart-Shaped Box…ovvero…la mia eredità in una scatola…

Tornare a connettersi col mondo è strano…troppe cose da recuperare, da leggere…e poi ti capita di leggere un post che ha il potere di commuoverti come quello di MusicForTravelers e pensi che a volte “disconnettersi” ha i suoi vantaggi…

Sono andata a cercare l’articolo da cui aveva preso spunto e ho scoperto che c’è un motivo per cui Ville Valo degli HIM è uno dei possibili padri dei miei figli…in Finlandia lo Stato dona a tutte le mamme (TUTTE) una scatola di cartone con un piccolo “kit di benvenuto” per il nascituro. L’iniziativa è in vigore dagli Anni ’30 e rappresenta una delle iniziative più salutari di uno degli Stati Sociali più evoluti al mondo. E allora ho rimuginato su quale potrebbe essere il contenuto che vorrei per i miei (improbabili) figli, ma soprattutto per i miei nipoti, perché vanno benissimo le manie di grandezza, ma neanch’io sono eterna…

6207-000153

E allora nella mia scatola ci saranno tante cose “inutili”…niente pannolini, niente bavette, niente che possa “consumarsi” col tempo…nella mia scatola ci sarà l’eternità ineffabile…

– un paio di lenzuola di cotone, fragranti, pulite di bucato, perché il loro tepore possa avvolgerti come l’amore,

Peter Pan in tutte le versioni…perché bisogna sempre credere nelle fate…e in un galeone pirata…

– una copertina come quella di Linus, rifugio e amico nelle notti d’autunno,

– Boromir e Aragorn nel Signore degli Anelli, perché si può sempre cambiare…basta volerlo…

– due braccialetti di filo, quelli colorati, uno per te e uno per il tuo migliore amico, perché cosa sarebbe il mondo senza la presenza degli amici?

– una compilation delle mie canzoni, perché se hanno aiutato me, possono aiutare anche te. La tracklist? Facile: Simple Man dei Lynyrd Skynyrd, Wish you were here dei Pink Floyd, Wheels e Times like this dei Foo Fighters, Tangerine dei Led Zeppelin,  Ruby Tuesday e You Can’t Always Get What You Want dei Rolling Stones, Forever e Roses from my friends di Ben Harper, Like a rolling stone di Bob Dylan, Little Wing di Jimi Hendrix e I giardini di marzo di Lucio Battisti…bonus tracks: la sigla dei Gummi per imparare a pogare e L’avvelenata di Guccini, perché ci saranno momenti in cui ti chiederai “ma se avessi previsto tutto questo”…

– il sorriso di Noodles nel finale di C’era una volta in America…voglio che tu scopra da solo perché…

– un taccuino e una penna da portare sempre con te…dove poter scrivere le pagine della tua vita…

– Mo chuisle…da tatuarci insieme…preferibilmente in un posto dove mamma e papà non possano vederlo…

– un paio di scarpe, perché come dice la mamma di Forrest Gump ” dalle scarpe di una persona si capiscono tante cose, dove va, cosa fa, dove è stata” e vorrei che tu possa camminare tanto, fare tante cose, vivere tanti posti…

– un fazzoletto di stoffa come quelli di mio nonno…per quando piangerai…che siano lacrime di gioia o di dolore, tu lasciale scorrere…non trattenerle…

– tutte le stagioni di Sons of Anarchy…da guardare quando sarai un po’ più grande, ok?

Il paradiso degli orchi di Pennac, perché la vita è la giusta miscela di commedia e tragedia…con l’augurio che tu possa trovare qualcuno come Clara che ti avvolga con la sua voce di velluto,

– una macchina fotografica usa e getta, così non devi preoccuparti che si rompa…per raccogliere gli istanti…

– la tessera di una biblioteca, così potrai scegliere cosa leggere…e se vorrai ci saranno sempre i miei libri da rubare…

– un biglietto del cinema per il film che vorrai…e ci andremo di pomeriggio, così la sala sarà solo nostra…

– un barattolo con un po’ di terra…la mia terra, perché non è solo terra…ha un profumo speciale, uno di quelli che ti accompagna nelle notti lontane da casa, perché sa di casa…

– un biglietto aereo aperto per farti scegliere dove andare e se vuoi tornare…

– una Peroni e un accendino, perché gli apribottiglia non ci sono mai quando ti servono!

– una scatola di cerotti, perché le cicatrici sono la memoria fatta carne che abbiamo vissuto…

Ah, un’ultima cosa…la MacGyver che è in me farà in modo che quando aprirai la scatola sentirai questa canzone…

Quando sarai grande saprai perché…

Annunci

7 risposte a “Heart-Shaped Box…ovvero…la mia eredità in una scatola…

  1. Mamma che selezione musicale!! O_o stupenda! 😀 il grande classico che piace anche a me. Bellissima. Penso che, se mai ascolterà una compilation così, beh, non dico che avrà vita facile ma sicuramente più bella (ed una preparazione musicale ottimale ehehe). Mi piace che hai dato un forte accento sulla cultura 🙂

    Ps: grazie mille per la citazione. Non ho parole, tranne un grazie di cuore.
    pps: Ville Valo un possibile padre dei tuoi figli? O_o eheheheheh 😀

    • E ne ho dimenticate un sacco di canzoni!Grazie dei complimenti!
      Beh,in fin dei conti sono io e sono tutte cose che fanno pare di me…
      Ps.Sì,Ville Valo…gusti strani in fatto di uomini,lo so,me lo dicono tutti!XD

      • Guarda, mi bastano quelle che hai citato!! Sono perfette. E poi parli con uno che: a) la musica la venera; b) sotto alla visibile scorza metallare, batte un cuore tutto anni ’60-’70. Perciò quando vedo certi generi mi vengono le lacrime agli occhi 🙂
        E direi che sono cose ottime.. permettimi il complimento.

        Ps: ahhahahaha… ma Ville Valo! Dai! In Finlandia ci sarà qualcuno di meglio di uno che ha deciso di fare un genere chiamato Love Metal ahahahahah

      • E’ un po’ la musica con cui sono cresciuta,quindi doppiamente grazie! 😀

        Ps.Villuccio è Villuccio…uno dei miei guilty pleasure…al cuore non si comanda!XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...