So for once in my life let me get what I want… Ovvero… Non conosci davvero l’angst se non hai visto “This is England”

Sì, ci costa un po’ dirlo, ma come sanno essere angst gli inglesi non sa esserlo nessuno. Pensate a Doctor Who. Pensate a Sherlock. Pensate a Being Human e a Skins! Ma con This is England la cara,vecchia Albione batte ogni record, abbatte ogni confine e annega nell’angst puro, in quell’angst in cui non vedi nessuna luce alla fine del tunnel. Quell’angst che ti fa urlare “vi prego, ponete fine alle nostre sofferenze come fossimo un cavallo azzoppato!”

maxresdefault

Tutto ha inizio nel 2006 quando al Toronto International Film Festival viene presentato il film, scritto e diretto da  Shane Meadows… Che poi il film sia stato distribuito in Italia solo nel 2011, nonostante l’anteprima alla Festa del Cinema di Roma del 2006, la dice lunga sulla poca fiducia che riponiamo in questa nazione dimenticata dagli déi antichi e nuovi…

Londra, 1983. E già questa indicazione di spazio e tempo dovrebbe farvi capire un po’ di cose. Alcuni di voi non erano neanche nati nel luglio ’83. Noi avevamo messo un piede nel mondo da poco, ma un piccolo ripasso storico non fa mai male. keep-calm-this-is-england-2Erano gli anni della Lady di Ferro, della Thatcher, amata dallo zoccolo duro conservatore del Paese e odiata da quella workin’ class che This is England racconta. Gli anni della guerra delle Isole Falkland. Sono gli anni del Fronte Nazionale Britannico e del post punk. Sono gli anni degli skinhead. Insomma, siamo in quella polveriera pronta ad esplodere che era l’Inghilterra degli anni ’80 e seguiamo le vicende di Shaun (dodici anni, orfano di padre militare alle Falkland, vittima dei bulli) e di un variegato gruppo di skinhead.

Non vi raccontiamo pedissequamente la vicenda, perché DOVETE vedere This is England. Anche solo per comprendere il profondo vuoto sociale, umano e culturale di questa povera Italia. Gli inglesi attraverso il cinema hanno saputo fare i conti col proprio passato, hanno saputo raccontarsi in tutti i modi (pensate a Full Monty, Billy Elliot, Nel nome del padre, Pride… E l’elenco potrebbe essere ancora più lungo…) senza nascondersi dietro ideologie mistificanti e agiografiche. Hanno raccontato e raccontano ancora (un titolo su tutti… Black Mirror) la propria identità e la propria nazione come poche cinematografie hanno saputo fare.

E siccome il materiale di This is England (film) era davvero tanto, cosa ha ben pensato di fare Meadows in collaborazione con quei simpaticoni di Channel 4 e Film4? Ha pensato di sviluppare una serie tv che seguisse le vicende dei ragazzi nel corso degli anni. E così sono nate This is England ’86, This is England ’88 e This is England ’90 che si è conclusa domenica scorsa. Undici episodi (4 per ’86 e ’90, 3 per ’88) che chiudono un ciclo e che hanno segnato questo nostro ottobre incasinato e uggioso. Perché This is England non abbellisce la vita con il cinema. Piega il cinema alla vita. La grana sporca, livida della vita permea i personaggi e lo schermo e arriva sino ai reconditi spazi della nostra anima per farci comprendere che…

Good times for a change
see, the luck I’ve had
can make a good man
turn bad

So please please please
let me, let me, let me
let me get what I want
this time

Haven’t had a dream in a long time
see, the life I’ve had
can make a good man bad

So for once in my life
let me get what I want
Lord knows it would be the first time
Lord knows it would be the first time

Sh91OVnGoP

this-is-england-image this-is-england-86-5143da2398bbc img_3033

Annunci

11 risposte a “So for once in my life let me get what I want… Ovvero… Non conosci davvero l’angst se non hai visto “This is England”

  1. DEVO vederlo. Tutto. Film e serie. Mi è stato consigliato un mesetto fa e da allora continuo a imbattermici da tutte le parti. Devo seguire i segni e arrendermi al mio destino (che evidentemente vira verso l’angst).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...