With every mistake we must surely be learning still my guitar gently weeps… Ovvero… la TOP 5 dei nostri chitarristi finzionali preferiti…

All’inizio avevamo stabilito che io ero il leader e tu eri il chitarrista con l’alone mistico.
(Jeff Bebe, Almost Famous)

music-tattoo-girl

Beh, caro Jeff, t’eri sbagliato, perché è universalmente noto che l’alone mistico non fa paura, ma attira come le api i fiori, come gli orsi il miele, come me Michael Fassbender… La chitarra è come il richiamo delle sirene… Tutti da bambini abbiamo finto di suonare una chitarra immaginaria sulle note di Money dei Pink Floyd. Alcuni (tanti) degli omini del mio cuore sono dei chitarristi: Jimi Hendrix (“Io non credo in dio, ma se ci credessi sarebbe nero e mancino“), Jimmy Page, David Gilmour, Chris Cornell, Ben Harper ed è meglio che mi fermi qui, perché sento già l’ormone che balla la rumba! music-tattoo-designs-2Ovviamente ci sono delle signore eccezioni… Prendete Taylor Hawkins dei Foo Fighters… E’ un batterista, vorreste mica buttarlo via, vero?!

E tutto questo per dirvi che da questa profonda analisi ormonale critica è venuta fuori una TOP 5 di tutto rispetto… Beh, non solo… Un po’ di colpa è anche di A Handful of Frames e del trailer di I saw the light in cui Tom Hiddleston interpreta Hank Williams… Uno che di chitarre se ne intendeva insomma… Una TOP 5 che il mio amico Zeus apprezzerà (speriamo…) ovvero la TOP 5 dei miei chitarristi finzionali preferiti.

E iniziamo questa TOP 5 dal primo posto. Indiscusso dio dorato di questa classifica non poteva che essere lui. Colui che nei suoi giorni migliori è Russell Hammond degli Stillwater!!! russellNon chiedetemi perché… Se bazzicate da queste parti da un po’ di tempo dovreste sapere perché. Se non lo sapete… Beh, andate a rileggervi quello che Zeus e io abbiamo scritto su Almost Famous e capirete… E poi sono o non sono Penny Lane?!  E potrei mai resistere a uno che si presenta in una camera d’albergo così?! Sono una donna mica Santa Maria Goretti! Non potete pretendere miracoli a buon mercato! E poi… Ascoltate Love comes and goes e poi ne parliamo…

E al secondo posto non poteva che esserci il chitarrista che tutte noi adolescenti degli anni ’90 avremmo voluto incontrare e sposare e con il quale prendere un gatto bianco. Un chitarrista capace di tornare dalla tomba e dirci che non può piovere per sempre… Signore e Signori, Eric Draven… Il Corvo e quel assolo sul tetto che ci strazia il cuore a ogni piccolo ascolto…

Al terzo posto, medaglia di bronzo ma entità altamente ravanabile (cit.) da tempo immemore (che poi non si dica che non sono fedele!) c’è Lindsey McDonald di Angel The Series. Lui, l’avvocato senza scrupoli della W&H. Lui con la sua nuova mano. Lui che m’ha fatto consumare litri e litri di (virtuale) inchiostro in GdR e fanfiction angst e fluff che più angst e fluff non si può! Insomma, l’unico avvocato che vorrei bussasse alla mia porta…

E per restare in tema angst e tornare nell’ultimo decennio, (che non si dica che mi piace essere vintage!) in quarta posizione c’è quel disadattato sociale di Llewys Davis e quella dannata fotografia per la quale sarei disposta a barattare il rene sinistro e il polmone destro… Così il cuore sta bello largo… Direttamente da Inside Llewys Davis godetevi Fare thee well

Last bust not least, chiudiamo questa TOP 5 con un classico, sempre per ricordarvi che sono figlia degli anni ’80 e sono stata adolescente negli anni ’90… Date queste premesse poteva mancare Giles che suona Behind Blue Eyes da mancino?! Ovviamente no! Che razza di fan di Buffy sarei altrimenti?! Anche perché le facce di Willow e di Xander sono priceless! XD

La chitarra va amata come forme, se non ami questo lascia perdere. È come una donna, già il nome è al femminile. La chitarra non è il mandolino, il basso, il clavicembalo, il pianoforte, il trombone: è la chitarra. E poi, guarda caso, ha un buco in mezzo. La chitarra ti prende perché è avvolgente, è calda e poi è comoda. Te la porti al mare, in montagna, in macchina: prova a rimorchiare al mare con un pianoforte, portatelo sulla spiaggia. Voglio vedere come cazzo fai.
(Ivan Graziani)

music tattoo design, guitar tattoos (1)

Annunci

28 risposte a “With every mistake we must surely be learning still my guitar gently weeps… Ovvero… la TOP 5 dei nostri chitarristi finzionali preferiti…

  1. Fare Thee Well lo prendo come un colpo alle ovaie *_*
    MA… MA… BRANDON LEE!!! se riescono a fare quel cazzo di reboot appendo le membra al chiodo perché vorrà dire che non sono più in grado di gufare, MA SPERO DI NO! mi piace sta top 5 e vado anche fiera dell’avertela ispirata 😛

  2. Amica mia, prima di tutto grazie per le ben due citazioni in un articolo.
    Come faccio a non apprezzare quando fai articoli di questo tipo? Dimmelo! Ovvio che apprezzo, ovvio che leggo con gusto.
    Che poi hai anche citato dei grandi film (mi riservo il giudizio su Buffy e Angel in momenti diversi ahahahahah)…. ma hai letto quello che hai scritto nell’intro? Apprezzi Gilmour (olé!), Hendrix (olé), Page (olé), Ben Harper (olé)… l’unico che mi fa storcere il naso è Cornell, lo preferisco come cantante… ma qua entra in gioco il tuo tasso ormonale 😀 lo so, lo so 😀

    • Avrei mai potuto scrivere un post del genere senza citarti almeno due volte? Certo che mio nume tutelare musicale!
      Quel riservarti il giudizio su Buffy e Angel in un altro momento mi perplime alquanto,ma va bene così… Su Chris forse sono ormonalmente di parte,ma i suoi unplugged mi fanno sempre un certo effetto… Sarà la chitarra combinata a quella voce unica…

      • Già, in effetti me ne sarei risentito 😀 eheheh. Comunque mi hai dato una bella idea, forse te la copio. Il problema è che non mi ricordo i film con musicisti dentro… sono smemorato.
        Mi dovrò impegnare.
        Buffy (la serie) l’ho vista, non male; Angel l’ho saltata a piè pari eheh.
        Forse è quello, l’abbinamento. Io lo preferisco come cantante, alla chitarra c’è già un certo Kim Thayil 😉

      • Copia pure,amico mio… Anche perché sarebbe interessantissimo il tuo punto di vista!*-*
        Angel la serie è più bella di Buffy…e te lo dice una che Angel in BTVS non lo reggeva!
        Ma tu immagina di ritrovarti,anzi immagina me che mi ritrovo Chris Cornell che canticchia strimpellando la chitarra ai piedi del letto…Non è che una sta lì a concentrarsi sui virtuosismi…

      • Lo farò. Mi devo concentrare, ma lo farò. E sono già sicuro di perdermi qualcosa di eccezionale.
        Beh, ok, da te è l’ormone che comanda! General Ormons II Jr. 😀

      • Perdersi qualcosa di eccezionale è normale,don’t worry… Sarai sempre il nostro dio della musica 😉
        Sono la sacra vestale del dio dell’ormone!XD

      • essendo dell’81 é un retaggio anche mio. Uso ancora i lemmi: ravanabile e puttansuore.

        Anyway.

        Top 5.

        1. Billy Crudup – Russell Hamond (Almoust Famous). Perchè non é cinematografico, si muove come un chitarrista vero, in disparte, con gli occhi soprattutto sulla chitarra. Ha movenze feline, più vicino a Clint Eastwood in “Per un Pugno di Dollari” che a Martin Mc Fly… in fondo, se andiamo a cercare un filmato di Tommy Iommi o di Blackmore, beh, le movenze erano quelle.

        2. Ronny Cox: Drew Ballinger (Un tranquillo Weekend di Paura). Assolutamente credibile, sia per la diteggiatura, sia per la postura, sia, soprattutto, per quel modo di accigliarsi e arricciare il naso tipico dei chitarristi quando improvvisano e osano con note che non usano spesso. E poi, il Banjo-Duel ha fatto la storia, no?

        3. Milo Cawthorne – Brodie (Deathgasm). Film nuovo che recensirò nei prossimi tempi. Anche lui credibilissimo, anche perchè, per una volta, viene presentato sullo schermo un musicista “arrugginito” che sta riprendendo in mano lo strumento. Assolutamente coerente con il modello metallaro 17enne. Molto strana inoltre la trama, una sorta di Horror umoristico a tratti grottesco.

        4. Gary Busey – Buddy Holly (The Buddy Holly Story). Realistico nell’approccio con la chitarra, sia quando si sistema la tracolla, sia quando esegue gli accordi. Meno sulla postura, ma non si può avere tutto.

        5. Zakk Wylde – Godhe (Rock Star). Zakk Wylde é uno dei miei chitarristi preferiti e sentire i suoi riff in un film sicuramente fa piacere. In realtà la pellicola è una mezza “americanata” secondo me, ma la scena migliore é destinata proprio a Zakk Wylde, quando, durante gli spostamenti con il tourbus, devasta i cartelli stradali con un fucile a pallini. Notevole anche il nome dell’attore che interpreta il batterista della band, un certo Jason Bonham

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...