If that’s the way it must be, okay, I guess I’ll go on home, it’s late… Ovvero… Tornare a casa facendo il giro lungo…

Stories are where memories go when they’re forgotten.

When something goes missing, you can always recreate it by the hole it left.

12079494_10156219022695389_8502562067200767926_n

Il problema di parlare di Doctor Who è che non riesci mai a dire davvero tutto quello che vorresti, dovresti, potresti dire. Perché i feels ti attanagliano le viscere e il sangue non sale ad alimentare le sinapsi, ma si ferma a gonfiare il cuore e a farlo battere come fossero due. Con il Dottore si sta sempre tornando a casa, facendo però il giro largo, quello che porta a perdere la strada, a fare soste e deviazioni, perché in fin dei conti il bello del viaggio è proprio questo. Non la meta ma il viaggio in sé.dw diner

Ma prima o poi bisogna tornare a casa… Anche solo per ripartire… Per rimettersi in viaggio alla ricerca nuovamente di un posto chiamato “casa”… “Casa”… Che non sempre è un luogo. Potrebbe anche essere una persona. “LA” persona. E non vi è nulla di romantico in quel articolo determinativo. Perché il Dottore e Clara sono come Cristina e Meredith. Ok, lo so alcuni di voi stanno storcendo il naso per il paragone, ma pensate alle parole di Cristina “Se uccidessi qualcuno, lei è la persona che chiamerei per aiutarmi a nascondere il cadavere… Lei è la mia persona.” Ecco, Clara Oswald è la persona del Dottore. L’unica in questo nuovo ciclo che ha saputo interpretare davvero il ruolo di “companion“. Doctor Who S9 - Series IconicPerché è una vera compagna, agisce alla pari, non è sottomessa, non è dipendente dal Dottore. Ecco perché il fandom si divide su di lei: c’è chi la ama e chi la odia. Beh, io la amo, a differenza di Rose Tyler che avrei voluto sopprimere dopo due episodi! Così come amo (e non me ne vergogno) Twelfth… Ten sarà sempre Ten, Smith è stato di una dolcezza estrema, ma Capaldi… OMFG, Capaldi è a un altro livelli, signori! Ha portato Doctor Who a un altro livello di consapevolezza, di maturità, di bellezza. E nel caso vi servissero prove, vi basta guardare Heaven Sent (9×11) per comprenderlo. Ovvero 50 minuti di monologo in un inferno personale durato miliardi di anni solo per tornare a casa e ritrovare Clara.

The Doctor:That’s when I remember! Always then. Always… then. Always exactly then. I can’t keep doing this, Clara! I can’t! Why is it always me? Why is it never anybody else’s turn?!
Can’t I just lose? Just this once? Easy. It would be easy. It would be so easy. Just tell them. Just tell them, whoever wants to know, all about the Hybrid.
I can’t keep doing this. I can’t… I can’t always do this! It’s not fair! Clara, it’s just not fair! Why can’t I just lose?!
But I can remember, Clara. You don’t understand. I can remember it all. Every time.
And you’ll still be gone. Whatever I do… you still won’t be there.
Clara: Doctor… you are not the only person who ever lost someone. It’s the story of everybody. Get over it. Beat it. Break free. Doctor, it’s time. Get up… off your arse… and win!

dw clara 2

Ecco, io qui ero morta, stecchita, arrotolata su me stessa da miliardi di sensazioni contrastanti e contraddittorie, perché è questo l’amore. L’amore è una promessa…

tumblr_neejq8dgU51s1dbq7o8_r1_400I am not a good man! And I’m not a bad man. I am not a hero. I’m definitely not a president. And no, I’m not an
officer. You know what I am? I… am… an idiot. With a box and a screwdriver, passing through, helping out, learning. I don’t need an army, I never have. Because I’ve got them. Always them. Because love, it’s not an emotion. Love is a promise. And he will never hurt her.

E’ la mancanza e la fiducia, la forza che viene da qualcuno che è altro da noi, ma che fa intimamente parte di noi. E’ il cercarsi anche ai confini dell’universo, dello spazio e del tempo con due Tardis diversi… E’ perdonarsi. Perdersi e ritrovarsi. Dimenticarsi forse, ma sapere sempre che da qualche parte c’è qualcuno che stiamo cercando e che ci sta cercando.

The Doctor: Run like hell, because you always need to. Laugh at everything, because it’s always funny.
Clara: No. Stop it. You’re saying goodbye. Don’t say goodbye!
The Doctor: Never be cruel and never be cowardly. And if you ever are, always make amends.
Clara: Stop it! Stop! Stop it!
The Doctor: Never eat pears. They’re too squishy and they always make your chin wet. That one’s quite important. Write it down.
Clara: I didn’t mean to do this. I’m sorry.
The Doctor: It’s OK. It’s OK. I went too far. I broke all my own rules. I became the Hybrid. This is right. I accept it.
Clara: I can’t. There has to be something I can do.
The Doctor: Smile for me. Go on. Clara Oswald… one last time.
Clara: How could I smile?
The Doctor: It’s OK. Don’t you worry. I’ll remember it.

dw

Annunci

9 risposte a “If that’s the way it must be, okay, I guess I’ll go on home, it’s late… Ovvero… Tornare a casa facendo il giro lungo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...