Like a dog without a bone,an actor out on loan,Riders on the storm… Ovvero… Facciamo sto bilancio e togliamoci il pensiero…

Puntuale come un ritardo di Trenitalia, l’arrivo del ciclo prima di partire per le vacanze e gli auguri di Natale al 23 dicembre, è arrivato il rapporto annuale di wordpress… Dannati folletti! Ma non hanno da sbronzarsi da qualche parte invece di venire a farmi le pulci? A quanto pare no, così ho scoperto che potrei scrivere il più alto trattato di critica cinematografica che sia mai stato partorito da mente umana, ma tirerà sempre più un Fassy che un carro di buoi… Se l’articolo più letto del blog è il mio trattato antropologico su Michelino e il termine di ricerca supremo che porta a questi serafici lidi è “Michael Fassbender”, forse qualche domanda dovrei farmela, no? Inoltre ho scoperto anche che Zeus, oltre a essere il mio commentatore di fiducia, è anche il mio social media manager, dato che un sacco di gente è capitata da queste parti traghettata dal suo blog… Grazie, amico mio… A buon rendere! Insomma, il mio 2015 bloggoso è stato “interessante”, forse meno ricco di post rispetto al 2014 (solo 52 con questo, per una media di un post a settimana), ma sicuramente è stato un anno interessante sotto tutti i punti di vista… Ho visto pochi nuovi film (meno della metà rispetto al 2014), ho letto pochi libri e a spizzichi e bocconi, ma ho vissuto un anno che ricorderò a lungo. Ho vinto e perso in quest’anno e va bene che sia andata così. Domani non sarà molto diverso da oggi e passerò i primi giorni dell’anno a correggere le date che scriverò come avviene tutti gli anni. E allora voglio fare un “bilancio” del 2015 in pieno stile Cineclan con un riepilogo di quello che abbiamo amato in questo 2015 con un piede nella fossa…

CINEMA: Non ci capitava da ANNI di innamorarci perdutamente di un film italiano, ma al primo posto della nostra personale classifica del 2015 c’è Suburra di Stefano Sollima. Un film che ha continuato a smuoverci le viscere anche dopo l’uscita dalla sala, anche dopo averci dormito su, anche dopo aver visto Alaska e In the Heart of the Sea. Anche se prima mi ero innamorata anche di Youth di Sorrentino… Ma Suburra è stato diverso, Suburra è stato cinema allo stato puro!

SERIE TV: Con l’arrivo di Netflix la mia vita è cambiata… Perché avere una vita sociale quando hai il binge watching?! Mi sono fatta del male con This is England ’90, mi sono immersa negli anni ’60 di Aquarius, ho amato Jessica Jones, ho difeso con le unghie e con i denti la seconda stagione di True Detective, ma il podio di quest’anno se lo contendono Narcos e Show me a hero senza ombra di dubbio! Oramai cito Pablito per ogni aspetto della mia vita quotidiana e spero e prego gli dei antichi e nuovi che la seconda stagione arrivi quanto prima.

Show me a hero, invece, ha alimentato il mio essere Queen in the Angst come poche cose in quest’anno… Sarà che sto ancora elaborando il lutto di Sons of Anarchy, sarà che Supernatural non mi smuove più le budella e il dotto lacrimale come una volta, ma la HBO e Oscar Isaac mi odiano, è ufficiale!

LIBRI: L’ho già detto, pochi libri letti e 5 sul comodino iniziati e non finiti, ma il 2015 è stato l’anno di L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio di Haruki Murakami, perché come si può non amare un libro che ti colpisce allo stomaco con queste parole che ti mettono a nudo il cuore e la carne?

Nel più profondo del suo spirito Tazaki Tsukuru capì. A unire il cuore delle persone non è soltanto la sintonia dei sentimenti. I cuori delle persone vengono uniti ancora più intimamente dalle ferite. Sofferenza con sofferenza. Fragilità con fragilità. Non c’è pace esente da grida di dolore, non c’è perdono senza sangue sparso sul terreno, non c’è accettazione che non nasca da una perdita. Perché alla radice della vera armonia ci sono dolore, sangue e perdite.”

MUSICA: Oltre a tutta la bella musica che il saggio Zeus pubblica quasi quotidianamente, il 2015 è stato anche l’anno di Bruce Springsteen (grazie Show me a hero, Lapinsù e Samantha!), di Outro degli M83 (sempre sia lodato Suburra!) e di Dumb di Sinner che avevo avuto il piacere di ascoltare quando era ancora un diamante grezzo e di cui mi ero innamorato quasi senza neanche sapere perché…

PERSONAGGIO TELEVISIVO DELL’ANNO: Qui non ci sono assolutamente dubbi. Il mio uomo telefilmico dell’anno è il dodicesimo Dottore. Peter Capaldi ha reso la nona stagione di Doctor Who una pietra miliare della televisione mondiale. Lui e il suo look alla Mick Jagger. Lui e i suoi occhiali da sole sonici. Lui e la sua chitarra. Lui e la sua faccia spigolosa e segnata. Lui e il suo rapporto con Clara. Lui e il suo addio a River… Come si può non amarlo?! ❤

And last but not least l’UOMO DELL’ANNO non poteva che essere lui, l’uomo che da quasi dieci anni alimenta il mio fangirlismo a ogni piè sospinto. L’uomo che nel 2016 ha deciso di uccidermi non con uno, non con due, ma con innumerevoli uscite cinematografiche. L’unico uomo per il quale sarei anche capace di appendere la mia carriera al chiodo… Tanto non me lo chiederebbe mai, lo so! Signore e signori, l’unico, l’inimitabile Michael Fassbender!

Ps. E se siete curiosi di sapere come Michelino ha deciso di uccidermi il prossimo anno, non perdetevi domani la nostra personale TOP10 dei film più attesi nel 2016! E a proposito, amicici, Buon 2016!

Annunci

11 risposte a “Like a dog without a bone,an actor out on loan,Riders on the storm… Ovvero… Facciamo sto bilancio e togliamoci il pensiero…

  1. Sai che non avevo visto il post!? 😀
    Comunque sia, il mio nuovo ruolo di Dio dell’Olimpo, minchione inter pares e social media manager è qualcosa di cui vado molto fiero! Anzi, forse il prossimo anno me ne vanto pure sui post! (e non sto scherzando).
    Dire che sono il commentatore più assiduo mi fa sembrare lo stalker numero 1, ma che ci posso fare se scrivi cose interessanti? 🙂
    Amica mia, buon 2016.

    • Vantati,Zeus,perché ti meriti tutti i complimenti di questo Olimpo!
      No,ma quale stalker! Noi intratteniamo conversazioni altamente istruttive e formative…e poi io sono logorroica! XD
      Buon 2016 anche a te,amico mio!

  2. auguri, in ritardo, anche qui tata! Fasso ci deve chiedere scusa per tante cose ma è anche vero che da 300 in poi la nostra vita cinofila è migliorata molto anche a causa sua. Hai messo Show me a Hero in classifica ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...