Tell me why the first to ask is the last to give every time… Ovvero… Sono sopravvissuta al concerto di Ben Harper (e non era poi così scontato…)

No, non era poi così scontato che sopravvivessi, perché ho vissuto sulla mia pelle, nella mia anima e nella mia mente un’esperienza mistica. Sì, Ben Harper in concerto è un’esperienza mistica e mitologica. Una di quelle esperienze che ti lasciano muta e attonita dinanzi alla bellezza. La bellezza della musica. Perché Ben Harper e gli Innocent Criminals sono dei fottuti animali da palcoscenico. Sono capaci di venti minuti di jam session solo per il piacere della musica. E quando Ben intona Where could I go a cappella e l’intero Forum di Assago si zittisce e trattiene il respiro… Beh, quella è magia… Magia Pura…

E mi sono ritrovata molto spesso a sorridere come un’idiota, perché cos’altro puoi fare dinanzi alla bellezza se non sorridere? E ci sono stati i messaggi all’uomo (quasi) perfetto che avrebbe voluto essere lì con me. E c’è stata Roses from my friends. E per fortuna non c’è stata Forever, altrimenti io sarei ancora ad Assago in stato catatonico, o meglio… Sarebbe partita una telefonata che è stato meglio non sia partita… E c’è stato l’ultimo album, Call It What It Is, mescolato ai ricordi del passato… E io ero lì… Con i miei pensieri e le mie emozioni. Con la consapevolezza di essere adulta, pensando a due bambine nate a un paio di settimane l’una dall’altra, in due posti lontani e divergenti tra loro, ma che hanno in comune l’avere due padri che per me sono stati e sono amori, amici, compagni, pezzi di cuore e di anima.

SETLIST
01 Oppression
02 Diamonds On The Inside
03 In The Colors
04 Don’t Take That Attitude To Your Grave
05 Finding Our Way
06 Shine
07 Morning Yearning
08 Roses From My Friends
09 Fight For Your Mind / Them Changes
10 Call It What It Is
11 Don’t Give Up On Me Now
12 Faded
13 How Dark Is Gone
ENCORE
14 Pink Balloon
15 Burn One Down
16 Where Could I Go
17 Steal My Kisses
18 With My Own Two Hands
GUEST SET
19 Make Love (The Jack Moves feat. Ben Harper)

Annunci

10 risposte a “Tell me why the first to ask is the last to give every time… Ovvero… Sono sopravvissuta al concerto di Ben Harper (e non era poi così scontato…)

  1. Mi piace questo tipo di musica
    adoro tutto quello che odora di nostalgia e
    di quelle sensazioni che ogni tanto
    ti lasciano in silenzio.
    Ti abbraccio.

    Nyno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...