I’m the road that drives away then follows you back home… Ovvero… di Berlino, Berlinale, Charlie Hunnam e la felicità…

E mentre Times like these martella nella orecchi e questa piccola stanza di un albergo di bassa categoria a Charlottenburg puzza di McDonald’s, perché era l’unico posto vicino allo Zoo aperto all’una (e lo so che vi state facendo dei film sulla vostra Penny allo zoo di Berlino, ma no, niente eroina…), rimugino su questa serata e lo so che dovrei mettermi a letto e dormire, perché domani (o oggi, dipende dalla prospettiva) sarà una giornata campale, ma se non lo scrivo, forse potrei pensare di aver sognato Charlie Hunnam dal vero e invece… E’ stato tutto vero… Lui, le sue mani, l’abito nero di sartoria, quel sorriso che mi fotte sempre e la sua gentilezza, la sua professionalità, la sua contentezza per essere a Berlino a presentare in anteprima INTERNAZIONALE The Lost City of Z (che è un bel film, ma non chiedetemi di recensirlo ora, perché non ne sono in grado…)… E pensare che lì c’era gente dal mattino con le coperte termiche, i thermos, le sedie per vedere Pattinson! Ma che ve dice il cervello?!? Ma che siete matti?! Non c’è paragone… Pattinson (o Parkinson come lo chiamo io molto “affettuosamente”) je spiccia casa a Charlie! E non è la fangirl a parlare o meglio non solo… E’ la testa, il cuore, lo stomaco e non le pudenda a urlare in questa calda notte berlinese (sì, calda, perché -1 è afa rispetto ai -7 dell’altro giorno!) che Charlie Hunnam è amore… E poi oggi a Berlino c’era il sole e io sono riuscita a prendere un biglietto quando oramai non avevo più speranze e tutto splendeva e tutto era bello… E se qualcuno mi chiedesse cos’è la felicità forse gli direi che la felicità è questa notte berlinese…

Ps. Il resoconto completo dell’avventura berlinese al mio ritorno… Sempre che non decida di restare qui…

Annunci

8 risposte a “I’m the road that drives away then follows you back home… Ovvero… di Berlino, Berlinale, Charlie Hunnam e la felicità…

  1. Restare a Berlino in due viaggi su due è stato il dilemma esistenziale martellante e anche a casa rimane martellante quindi non ti biasimo XD che te lo dico a fare… Eri bellissima da sentire ieri, l’importante è che sei sopravvissuta

  2. To’, guarda…Jax a Berlino *_____________*
    (io sono ancora in piena SoA)
    Devo dire che non stravedo per il buon Charlie ma neppure lo disdegno. E soprattutto capisco in pieno lo sconvolgimento emotivo.
    Quel momento in cui sei lì e sai che dividerai la tua vita tra prima e dopo aver incontrato quella persona 😉
    Aspetto il resoconto :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...