I’m a search light soul they say but I can’t see it in the night… Ovvero… Di perdite, ricordi, Black Days e Chris Cornell…

Io gli volevo bene a Chris Cornell (oltre ad averlo scelto come uno dei padri dei figli che non avrò mai, ma questa è un’altra storia…). Gli voglio bene. Come fosse un amico, come fosse un fratello maggiore. Un fratello maggiore che anche con Nearly Forgot My Broken Heart ha tentato di dirmi qualcosa… Ovvero di stare attenta a quello che mi sta succedendo proprio ora…
C’è sempre stato un motivo per volergli bene a Chris Cornell sin dai tempi di quella mia preadolescenza bastarda, sin dai tempi di Black Hole Sun, di Feel on Black Days. E poi ancora di Shadow on the sun sino a Live to rise. Zeus e io abbiamo discusso più di una volta su Chris Cornell. Senza Chris e You know my name forse non ci sarebbe stato l’uomo (quasi) perfetto. E continuerò a pensare che I am the Highway Chris l’abbia scritta (inconsapevolmente) per me, perché anche oggi, chiusa nella camera della mia adolescenza a fare a pugni col dolore, con lo stordimento, con la vita che ti prende a calci da giorni mentre stringi i denti e pensi “panta rei” ma senza successo, e sei solo incazzata e triste e avresti voglia di piangere, ecco, la voce e le parole di Chris Cornell sono l’abbraccio e il sussurro di qualcuno che ami, quel sussurro che dice “non preoccuparti, tutto passa, passerà anche questa… Ci sono io” e anche se sai benissimo che è solo una menzogna, per un solo fulgido istante, ci credi a quella meravigliosa illusione menzognera… Ed è strano notare come Spotify abbia deciso di accostare a I am the Highway You know you’re right dei Nirvana proprio mentre scrivo queste poche righe senza capo né coda… Forse è arrivato davvero il momento di crescere, Penny…

Pearls and swine bereft of me
Long and weary my road has been
I was lost in the cities
Alone in the hills
No sorrow or pity for leaving I feel
I am not your rolling wheels
I am the highway
I am not your carpet ride
I am the sky
Friends and liars don’t wait for me
I’ll get on all by myself
I put millions of miles
Under my heels
And still too close to you
I feel
I am not your rolling wheels
I am the highway
I am not your carpet ride
I am the sky
I am not your blowing wind
I am the lightning
I am not your autumn moon
I am the night
The night
I am not your rolling wheels
I am the highway
I am not your carpet ride
I am the sky
I am not your blowing wind
I am the lightning
I am not your autumn moon
I am the night
The night

Annunci

11 risposte a “I’m a search light soul they say but I can’t see it in the night… Ovvero… Di perdite, ricordi, Black Days e Chris Cornell…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...